Si cela una misteriosa leggenda dietro la nascita delle Gole dell’Alcantara. Si narra infatti che queste ultime siano state scavate dall’ira degli Dei, interpretando in tal modo le antiche eruzioni di vulcani spenti da millenni ma legati per sempre a questo splendido angolo della Sicilia.

Secondo una leggenda siciliana, la valle del fiume Alcantara, nell’entroterra di Taormina, sarebbe il frutto di un eruzione vulcanica scatenata dalle ire degli Dei, nella notte dei tempi, per punire la malvagità di un contadino disonesto. È solo una leggenda ovviamente ma si avvicina alla verità in quanto ricorda l’esistenza di un antichissimo vulcano fra l’Etna e i monti Peloritani: il piccolo cono del monte Mojo, dal quale scaturì veramente un’eruzione nel terzo millennio avanti Cristo; immense masse di lava si riversarono verso il mare proprio lungo la valle dell’Alcantara. Sarebbe il racconto di un’eruzione come tante, se all’epoca di questo remoto cataclisma la concomitanza di un terremoto non fosse intervenuta a modellare la pietra ancora incandescente, producendo una profonda fessura nel terreno appena trasformato. Le acque del fiume si impadronirono presto dello strettissimo Canyon ed è probabilmente questa l’origine delle attuali Gole dell’Alcantara, uno dei più spettacolari scenari naturali di Sicilia.